PNR - Programma Nazionale della Ricerca 2011-2013

Eccellere, cooperare e competere

Il Programma Nazionale di Ricerca 2011-2013 (PNR ) sviluppa e concretizza una delle direttrici fondamentali del Programma Nazionale di Riforma che allinea il Paese alla vision strategica di Europa 2020, indicando e descrivendo le azioni innovative volte a sostenere e accompagnare la transizione del sistema Paese verso l’economia della conoscenza.

Il Programma è l’esito di una ampia consultazione che ha coinvolto la comunità scientifica e accademica, le forze economiche, la rappresentanza della Conferenza Stato Regioni e dell’Osservatorio sulle politiche regionali per la ricerca e l’innovazione, nonché tutte le Amministrazioni dello Stato competenti per materia.

Nel suo insieme, il PNR agisce come componente strutturale di politica economica, puntando sulla progressiva integrazione tra offerta e domanda di ricerca, sulla costruzione di una rete di piattaforme e infrastrutture tecnologiche aperte al contributo e alla partecipazione del sistema produttivo, sull’incremento di redditività degli investimenti in ricerca.

Il Programma Nazionale di Ricerca 2011-2013, inoltre, innesca un processo che inciderà sul corpo vivo della comunità scientifica ed economica, puntando in primo luogo sui giovani. Lo stesso Programma assegna all’obiettivo del rilancio del capitale umano specifici strumenti di sostegno, tra i quali:

* la definizione e attuazione di un sistema a chiamata per la valutazione di progetti individuali;

* l’istituzione di percorsi sperimentali per l’integrazione dei giovani ricercatori in carriere permanenti;

* il rientro dei ricercatori italiani dall’estero e la cooptazione di competenze scientifiche straniere;

* il potenziamento delle scuole di dottorato internazionale in ricerca, con l’obiettivo di promuovere l’eccellenza e ridurre l’età media degli addetti alla ricerca.

 

Maggiori informazioni sul sito del MIUR